Articolo taggato “pizza”

Non la preparavo da qualche tempo questa squisita focaccia dalle caratteristiche semplici, ma ricca di personalità. Chissà come di recente sento sostenere che anche i cibi hanno carattere, e sembra persino che lo diano per scontato che ne debbano avere. La cosa mi fa sorridere, tuttavia mi piace pensare che anche un pezzo di pane possa essere considerato, e valutato come merita.

Detto questo torniamo alla focaccia oramai quasi dimenticata nella mia quotidianità, e considerato che l’ho preparata e gustata ve ne parlo.

Non è difficile da realizzare. Amalgamare la farina insieme al lievito, allo  zucchero, al lievito e a un pò d’olio e all’acqua tiepida,un pizzico di sale  e al malto diventa una delle operazioni che sicuramente chiunque di voi sa fare. E poi quando raccogliete l’impasto tra le mani continuate a lavorarlo sulla vostra spianatoia fin quando risulterà ben compatto e morbido nel contempo. Poggiate le mani sull’impasto e premete lasciandole scorrere e poi raccoglietelo con le dita chiudendolo su se stesso, e ricominciate ancora e ancora. Vi piacerà sentire la consistenza e sarà di stimolo per il vostro umore, in pratica impastare aiuta a liberarsi dallo stress nel caso ne soffriste. Pertanto, in un colpo solo vi adoperate per realizzare due cose: la vostra focaccia e liberarvi dallo stress. Non male :-)

Ora formate un panetto, e sistematelo in un posto caldo affinchè lieviti e raggiunga il doppio del suo volume originale.

Nel frattempo grattugiate il parmigiano, pelate l’aglio, spezzettate con le dita i filetti d’acciuga e tenete da parte.
Oleate la teglia da forno nella quale sistemerete l’impasto lievitato e appiattite e livellate con le mani aiutandovi con un pò d’olio. Coprite la superficie con l’aglio tritato grossolanamente e i filetti d’acciuga. Spolverizzate con il parmigiano, un pò di origano e un generoso giro d’olio.

Cuocete in forno caldo per circa 20 minuti, o quanto meno fin quando la focaccia risulti dorata.

Servite la focaccia, e rammentate che anche fredda è ottima. Accompagnatela con formaggi e salumi insieme a un buon bicchiere di vino rosso non fermo.

Ingredienti:

500 gr di farina 00
mezzo cubetto di lievito di birra (se non ce lo avete usate una bustina di quello secco per pizze)
due cucchiaini di zucchero
un pizzico di sale fino
mezzo cucchiaio di malto
un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
acqua tiepida (aggiungetela poca alla volta)

Condire la superficie con:

50 gr di parmigiano  grattugiato
due spicchi d’aglio
6 filetti d’acciuga (potete variare il numero)
una spolverata d’origano
un giro generoso di olio extra vergine per condire 

 

 

 

 

 

 

Tag:,

Comments Commenti disabilitati

Realizzare con le proprie mani, e soprattutto con la voglia di voler creare una sfiziosa pizza fatta in casa credo sia nel desiderio di chiunque ami questo tipo di alimento. D’altro canto non sempre è possibile recarsi in pizzeria per molteplici motivazioni che non stiamo qui a elencare, ma che tutte le volte forniscono aspettative mancate a noi golosi di pizza se gli eventi non ce lo consentono.

Prepararla potrebbe sembrare impegnativo,  per via dei tempi di attesa tra quello dell’impasto e quello della lievitazione. Ma niente timori, serve soltanto saper scegliere  il  momento ideale  libero dagli impegni che ci tengono a lungo fuori casa per poter far contenti i nostri cari e noi stesse preparando una fantastica pizza.

Come prima cosa mettiamo a scaldare sul fuoco l’acqua giusto per farla intiepidire.
Ne usiamo una piccola quantità per far sciogliere il lievito di birra insieme a mezzo cucchiaino di zucchero.
In una terrina capiente inserite la farina, un pizzico di sale, un paio di cucchiai di extra vergine d’oliva, il lievito sciolto e un po’ d’acqua tiepida e con un cucchiaio o un cucchiaione  mescolare amalgamando bene gli ingredienti.
E’ molto semplice naturalmente, lo avete già fatto migliaia di volte, ma questa volta dovete soltanto creare un impasto più morbido del solito. Deve risultare parecchio morbido, pertanto aggiungete la quantità d’acqua che riterrete utile per rendere morbidissimo l’impasto tanto che  appena il vostro cucchiaione viene sollevato  fuori dal composto quest’ultimo appare visibilmente filamentoso.
Quello è il momento buono per lasciare lievitare l’impasto per almeno tre o quattro ore o quanto meno sino al tempo necessario tale da poter  raddoppiare  il suo volume iniziale.

Trascorso il tempo ungete una teglia dai bordi bassi, se volete potete usare gli stampi rotondi in alternativa ad  uno grande di forma squadrata o rettangolare. Disponetevi l’impasto e stendetelo su tutta la superficie dopo aver unto il palmo delle mani con l’olio. Cospargete di pomodoro a pezzettoni e finite con il condire a vostro piacimento la pizza con mozzarella e altri ingredienti.

Stavolta ho preferito condire  la pizza aggiungendo pomodorini Pachino ed olive alla maniera della cosiddetta focaccia insieme all’immancabile spolveratina di origano.

Prima di portare a cottura la pizza va lasciata riposare ancora per una mezz’oretta, e solo dopo va inserita nel forno caldo a 240 gradi per circa venti minuti.
A cottura ultimata portate in tavola la vostra pizza e state pur certe che sarà un successo.

 

Ingredienti:

200 g di farina 00
300 g di farina di semola di grano duro
un cubetto di lievito fresco
un pizzico di sale
mezzo cucchiaino di zucchero
due cucchiai di extra verdine d’oliva
acqua tiepida

Ingredienti per il condimento:

pomodoro a pezzettoni
pomodorini Pachino
olive nere
origano

Tag:,

Comments 1 Commento »

Quando la si nomina giunge improvvisa una voglia immediata che va esaudita all’istante onde evitare insostenibili malumori.
Chi non mangia più che volentieri un bel pezzo di pizza alzi la mano.
Lo immaginavo.
Non vedo nessuna mano sventolare, indi per cui da ciò si può liberamente sostenere che tutti adorano la pizza.
Di gusti ve ne sono tantissimi, ma lasciatemelo dire la pizza per antonomasia è la classica e tradizionalissima Margherita.
E’ letteralmente superlativa.
Condita con pomodoro passato e pezzetti di mozzarella e servita calda e    fumante con una spolveratina di origano direi che è il massimo.
Spesso la prepararo in casa e la faccio alta circa un centimetro e dalla consistenza morbida morbida.
Non è difficile da preparare vi assicuro e poi persino gli ingredienti si trovano  nella dispensa di ogni cucina.
Farina e acqua insieme al lievito di birra, a un goccetto di extra vergine ed un pizzichetto di sale e la base per la pizza è fatta.
Ora la cosa importante è la lievitazione che deve essere lunga in modo che l’impasto raggiunga il doppio del volume iniziale.
Nel frattempo potete dedicarvi alla preparazione del pomodoro per condire la vostra pizza. Si fa anche presto e poi per far ancora prima usate la passata già pronta.
A questo punto l’impasto può essere sistemato su una teglia da forno, magari foderata di carta da forno bagnata e strizzata oppure oleate la teglia e così fate prima.
Sulla superficie cospargete la passata di pomodoro ed i pezzetti di mozzarella e lasciate riposare ancora per qualche tempo la pizza per lievitare.
Una mezz’oretta è sufficiente.
Poi accendete il forno e quando raggiunge il massimo della temperatura (ogni forno ha la sua, e non è mai uguale ad un altro forno) posizionate la vostra bella tegliona con la pizza e portate a cottura.
Il tempo si aggira sui venti o trenta minuti, ripeto dipende dal vostro forno.
E poi vi accorgerete dalla colorazione leggermente ambrata dei bordi che la cottura è a puntino.
Ovviamente dopo aver tirato fuori dal forno la pizza prima di servirla aspettate cinque minuti, poi spolverizzate l’origano ed un filino di olio e finalmente dateci dentro :)

Al primo boccone sentirete immediato il senso di morbido e poi il sapore meraviglioso del gusto del pomodoro insieme alla mozzarella filante che si mescola alla fraganza dell’olio e al profumo particolare dell’origano.
Socchiudete gli occhi e immaginate ….. :)
Ora che con la fantasia i vostri sensi sono appagati e la vostra pancetta  è oggettivamente soddisfatta non vi resta che mettere in atto concretamente  e procedere alla preparazione di una buonissima pizza Margherita fatta in casa :)

Gli ingredienti per una teglia grande quanto il vostro forno:

400 g di farina 00
un cubetto di lievito di birra
due cucchiai di extra vergine
un pizzico di sale
acqua tiepida la quantità che basta

Se avete notato ho parlato di morbidezza della pizza, infatti potete ottenerla soltanto se fate ion modo che avvenga la doppia lievitazzione.
La prima tradizionale che si fa con l’impasto e la seconda che avviene  prima di cuocere la vostra pizza.
Infatti, è proprio la seconda lievitazione che provvede a renderla morbida.
Se invece vi piace una pizza leggermente croccante, e dico leggermente croccante evitate di farla lievitare la seconda volta   e cuocetela subito dopo la prima lievitazione.

Tag:, , ,

Comments Commenti disabilitati