Articolo taggato “fagioli”

Come non associare concretamente il maiale con i fagioli ?
Non averlo fatto sarebbe stato inopportuno, e poi mischiare i sapori di entrambi gli ingredienti non fa altro che  esaltare  il loro gusto.
D’altro canto,  sono varie le ricette su cui poter contare per realizzare una pietanza davvero gustosa ed ammetto,  che era mia intenzione optare per una cottura al forno, ma proprio all’ultimo momento le mie intenzioni si sono indirizzate su una preparazione in tegame con l’aggiunta dei fagioli borlotti.
A dirla tutta, ho seguito il mio istinto e così ho appassito una cipolla affettata in poco extra vergine d’oliva dove ho aggiunto il filetto intero di maiale lasciando rosolare da tutti i lati. Ho sfumato con una spruzzata di vino rosso, e mentre evaporava prestavo la mia attenzione alla pentola borbottante dei fagioli che stava sul fuoco.
Finalmente si potevano considerare cotti e così ne ho aggiunti una parte nel tegame del filetto. Ho inoltre unito un cucchiaio scarso di concetrato di pomodoro insieme a mezzo bicchiere d’acqua calda e lasciato cuocere a fuoco dolce con il coperchio.
A fine cottura ho salato ed ho lasciato riposare la carne prima di affettarla e portarla in tavola.
Il risultato è stato davvero sorprendente, perchè sia la carne e sia i fagioli si sono insaporiti a vicenda e questo ha dato la garanzia al saporito piatto che ho portato in tavola.

 

 

Ingredienti:
un filetto intero di maiale
circa 400 g di fagioli borlotti cotti
una spruzzata di vino rosso
un cucchiaio di concentrato di pomodoro
una cipolla
sale ed olio extra vergine d’oliva

Tag:,

Comments Commenti disabilitati

pasta e fagioli

” E’  ormai sancito il principio sacrosanto che nessuno osa rifiutare un piatto di pasta e fagioli di questi tempi”

affermava la nonna, e anche ai nostri tempi,  aggiungo io.
Piace moltissimo ed eccelle per le sue caratteristiche organolettiche. E’  saporito e mette d’accordo tutti in tavola. Cucinarlo non è difficile e proprio in questo periodo inzia la stagione dei borlotti freschi, quindi perchè non approfittarne?

Ovviamente per fare una buona pasta e fagioli vanno benissimo anche quelli secchi, che tra l’altro abbondano per tutto il periodo dell’anno. Tuttavia, è opportuno e quanto mai appetibile l’uso di quelli  freschi, che  in cucina, come nella vita è giusto saper apprezzare l’occasione quando si mostra, in questo caso  regalata dalla stagione, pertanto goderseli mi pare diventi un legittimo diritto.
Vi pare? :)

La noia incombe nel momento di sgranarli, ma con un pò di pazienza si giunge al dunque.
Il procedimento rimane invariato e penso che tutti voi ne conosciate l’esecuzione.
Battuto misto di cipolla sedano e carota brasato in poco olio, aggiunta dei fagioli in pentola con acqua e portare lentamente a cottura. Unite poi la pasta, salate e fate cuocere. Servite con un filo d’olio.

A chi piace però, oltre ai sopra elencati ingredienti può liberamente unire al soffritto un pezzo di cotica di maiale, la quale contiene la  capacità  di insaporire in maniera decisa il sapore finale del piatto. Neache a dirsi, nel senso che è del tutto superfluo affermare che il contenuto calorico del piatto equivale a qualche centinaio di calorie maggiore di uno privo di cotenna.
Pertanto  tradizione corroborante contro la semplicità di una  pasta e fagioli induce a manifestare le proprie perplessità, cosa che vi porta a  dibattervi  sulla scelta finale da portare a tavola.
Qualunque sia la vostra conclusione  puntate su quella che soddisfi la vostra golosità :)

Suvvia, non siate troppo severi perchè almeno una volta proponetevi di mangiarla quella dettata dalla tradizione, magari optate per una porzione ridotta,  ma provatela :)

Tag:,

Comments Commenti disabilitati