Questo è un piatto goloso perchè ricco di sapori e ahimè ricco di calorie.
Non stiamo quì a recriminare,  suvvia.  Se di tanto in tanto,  ci nutriamo con cibi che hanno la facoltà di saperci regalare quel senso di appagamento, spesso dimenticato approfittiamone, anche se rimane ferma la regola del non esagerare.
Pertanto, miei care e miei cari se in frigo avete gli ingredienti necessari alla preparazione di questo piatto, procedete privi di riserve :)

A dirla tutta, i rigatoni pasticciati sono un tipicissimo piatto da ripasso o da recupero come dir si voglia.
Vi è avanzato del ragù, alcuni pezzi di formaggi misti, e volete assolutamente usarli per evitare che vadano a male?
Non temete, ecco l’uso che potete farne.

Mettete a bollire l’acqua per i rigatoni e nel frattempo tagliate a pezzetti i vostri tipi di formaggi. Prendete due uova dal frigo e sbattetele insieme ad un pizzico di sale ed un paio di cucchiai di parmigiano grattugiato. Scaldate il vostro ragù. Cuocete la pasta per il tempo descritto sulla confezione. Scolatela molto al dente e conditela con il ragù, i formaggi e trasferitela su una pirofila da forno. Unite adesso le uova sbattute su tutta la superficie della pasta. Unite una manciata di parmigiano grattugiato,  e portate a cottura in forno caldo a 220 gradi per circa quindici minuti.

Aspettate qualche minuto prima di portare in tavola  i vostri rigatoni pasticciati, e se vi avanzano potete servirli anche a temperatura ambiente, magari durante la prossima estate risulterà un piacevolissimo piatto unico da gustare  a cena.

 

 

Gli ingredienti sono indicativi e potete farvi l’idea della quantità tendendo presente la foto, la quale contiene circa due etti e mezzo di rigatoni, due mestoli di ragù e qualche pezzo di formaggio di vari tipi, e due uova.

Tag:,


I commenti sono chiusi