Archivio Febbraio 2012

Sin da piccola ho avuto una predilezione per questo tipo di verdura. Crescendo si è accentuata. I fagiolini mi piacciono molto.
Sia bolliti e semplicemente conditi con un giro d’olio buono ed un pizzico di sale insieme ad una spruzzatina di aceto di vino bianco diventano un contorno sano dal sapore deciso. Unendo patate e cipolle,  anch’esse bollite li rendono ricchi di sapori diversi capaci di saper dare carattere ad una buona insalata.
Qualunque maniera è buona per portare in tavola questo ortaggio che si pregia di basso contenuto calorico, ma ricco di vitamine e sali minerali. Naturalmente li possiamo trovare, oltre che nella sua stagione,  anche tutto l’anno nelle varianti in scatola cotti al vapore e persino surgelati.
Li ho trovati freschi e teneri,  e così ne ho approfittato per prepararli in umido, e siccome non volevo far mancare loro un sapore aggiunto li ho abbinati alla salsiccia.

In un tegame ho fatto appassire una cipolla con un filo di extra vergine d’oliva, ho unito i fagiolini spuntati e lavati insieme alla passata di pomodoro ed ho lasciato cuocere salando appena. C’è da dire,  che evitando la fase di bollitura in acqua e preferendo quella appena illustrata il sapore dei fagiolini assume un particolare gusto decisamente più autentico e verace.
A parte,  ho provveduto alla cottura della salsiccia su una padella antiaderente con un rametto di rosmarino ed uno spicchio d’aglio in camicia. Ho bagnato con vino rosso e dopo che il vino è evaporato del tutto ho tagliato a pezzetti ed unito ai fagiolini.
Ho lasciato sul fuoco moderato per una ulteriore cottura, e alla fine portato in tavola e servito.

Facile vero?
Si fa presto a realizzare il piatto, e senza dubbio il buon sapore che ne scasturisce provoca quel  ” certo non so che “   capace di stimolare qualunque tipo di palato.

 

 

Ingredienti per quattro persone:

 

500 g di fagiolini
400 g di salsiccia
una cipolla
250 g di passata di pomodoro
olio extra vergine
uno spicchio di aglio
una spruzzata di vino rosso
sale

 

Tag:,

Comments Commenti disabilitati

E’ una delle torte da preparare in casa in poco tempo, e senza tanti fronzoli. Il  risultato è ottimo, e soprattutto, la sua esecuzione è veloce, cosa  da non sottovalutare nei casi nei quali la vita frenetica ci tiene parecchio tempo fuori casa.
E come recitava il vecchio adagio bisogna pur fare qualcosa per nutrire pargoli e consorti nonostante i vari  ” in/carichi ”   a cui siamo sottoposte. Quindi, noi che siamo brave sappiamo usare il tempo, spaccare i secondi e durante quei lassi di tempo che miracolosamente sembrano tranquilli ci adoperiamo per sfornare una dolce torta per  fare gioire tutti.

Come ho già affermato la preparazione è facilissima.
Accendete il forno a 170 gradi. Procuratevi una terrina ed un vasetto di yogurt vuoto che servirà come dosatore.
Mischiate tutti gli ingredienti formando un composto liscio e morbido che verserete all’interno di uno stampo imburrato da 22 centimetri di diametro, il quale verrà inserito nel forno sino a cottura ultimata della vostra torta.
Raggiunto il tempo di cottura lasciate raffreddare la torta e sistematela su un piatto da portata e spolverizzate con lo zucchero a velo.
Servite quindi delle generose fette di dolce ai vostri cari insieme al solito caffè latte o latte al cioccolato, state pur certe che allieterete la loro giornata, e di conseguenza anche la vostra  :)

 

 

Ingredienti:

 

due vasetti da yogurt di zucchero
due vasetti da yogurt di farina 00
un vasetto da yogurt di amido di farina, in alternativa di mais
un vasetto di olio di semi
una formina piccola di ricotta
un pizzico di sale
tre uova
una bustina di lievito da dolci
una bustina di vanillina

Tag:

Comments Commenti disabilitati

Come non associare concretamente il maiale con i fagioli ?
Non averlo fatto sarebbe stato inopportuno, e poi mischiare i sapori di entrambi gli ingredienti non fa altro che  esaltare  il loro gusto.
D’altro canto,  sono varie le ricette su cui poter contare per realizzare una pietanza davvero gustosa ed ammetto,  che era mia intenzione optare per una cottura al forno, ma proprio all’ultimo momento le mie intenzioni si sono indirizzate su una preparazione in tegame con l’aggiunta dei fagioli borlotti.
A dirla tutta, ho seguito il mio istinto e così ho appassito una cipolla affettata in poco extra vergine d’oliva dove ho aggiunto il filetto intero di maiale lasciando rosolare da tutti i lati. Ho sfumato con una spruzzata di vino rosso, e mentre evaporava prestavo la mia attenzione alla pentola borbottante dei fagioli che stava sul fuoco.
Finalmente si potevano considerare cotti e così ne ho aggiunti una parte nel tegame del filetto. Ho inoltre unito un cucchiaio scarso di concetrato di pomodoro insieme a mezzo bicchiere d’acqua calda e lasciato cuocere a fuoco dolce con il coperchio.
A fine cottura ho salato ed ho lasciato riposare la carne prima di affettarla e portarla in tavola.
Il risultato è stato davvero sorprendente, perchè sia la carne e sia i fagioli si sono insaporiti a vicenda e questo ha dato la garanzia al saporito piatto che ho portato in tavola.

 

 

Ingredienti:
un filetto intero di maiale
circa 400 g di fagioli borlotti cotti
una spruzzata di vino rosso
un cucchiaio di concentrato di pomodoro
una cipolla
sale ed olio extra vergine d’oliva

Tag:,

Comments Commenti disabilitati

E’ un piatto semplice dal sapore unico e sicuramente gradevole. Non è costoso ed è uno di quelli che si preparano in poco tempo.
Le patate vanno tagliate a cubetti, e così pure i cuori di carciofo, in alternativa a fettine. Ovviamente,  il tutto va insaporito insieme alla cipolla tritata appassita in poco extra vergine d’oliva. Si allunga con acqua calda e si porta a bollore. Si unisce il riso, si aggiusta di sale e dopo averlo portato a cottura si manteca con una noce di burro e parmigiano come è d’uso fare con il più classico dei risotti.

Va servito subito, e state pur certi che sarà di certo apprezzato.

 

Ingredienti per quattro persone:

 

240 g di riso arborio
due patate medie
tre cuori di carciofi
mezza cipolla
acqua calda o in alternativa brodo vegetale
una noce di burro e una manciata di parmigiano
tre cucchiai di extra vergine d’oliva

Tag:, ,

Comments Commenti disabilitati