E’ di una semplicità unica il piatto che mi appresto a raccontarvi. Non aspettatevi che contenga ingredienti particolari, e tanto meno di sofisticato. Si tratta soltanto di un recupero da poter portare in tavola insieme alle pietanze semplici che di solito si portano  tutti i giorni. Diciamocelo pure, a volte ci avanza una certa quantità di pane che nessuno gradisce perchè oramai vecchio, che nessuno in casa si appresta  a mangiare preferendolo alle colazioni attuali fatte di brioscine o corn flakes o miscugli simili.
Una volta era il tempo del pane con il latte da consumare al mattino senza tanti sforzi perchè  piaceva, anche se come dico sovente erano altri tempi e le similitudini ed i paragoni è meglio lasciarli fuori dal discorso per occuparci del pane fritto di cui volevo parlarvi.

Il pane raffermo si affetta per essere immerso nel composto fatto di uova sbattute e parmigiano, e messo a dorare in padella calda da ambo i lati. Ovviamente mettete un filo d’olio prima di procedere alla cottura delle fette di pane.
Il risultato è sorprendente, sia perchè il pane  si ammorbidisce ed inoltre gli viene conferito un buon sapore.
Naturalmente, potete anche evitare di usare il parmigiano, come d’altro canto potete aggiungere altri ingredienti come il prezzemolo o in alternativa il basilico oppure rosmarino o altri odori con l’intenzione di renderlo più stuzzicante.

Ovunque cada la vostra scelta il risultato, se pur diverso, resterà comunque davvero buono.

 

 

 

Gli ingredienti sono indicativi:

 

sei fette di pane  raffermo
due uova
due cucchiai di parmigiano
sale

Tag:,


I commenti sono chiusi