E’ uno dei dolci al quale sono più affezionata, sempre ammesso sia corretto parlare di affezione o dedizione  per quanto riguarda il cibo. Tuttavia  il fatto rimane a confermarne l’evento, pertanto  regalarsi una coccola  come  questo dolce è una delle opportunità delle quali non dobbiamo farci scappare. Ovviamente si tratta solo di  un auspicio giusto per dare slancio ad una giornata  non sempre fortunata.

La preparazione risulta nota a tutti sicuramente.

E’ necessario unire alla farina gli ingredienti per formare l’impasto che dovrà riposare una ventina di minuti in frigorifero avvolto nella pellicola alimentare. Nel frattempo si lavora la ricotta con lo zucchero per addolcirla, la buccia del limone per esaltarne il profumo,  e per finire l’uovo per renderla compatta durante la cottura, e per non farci mancare niente unire qualche goccia di cioccolato non guasta di certo :)
La frolla riposata va ora spianata con il mattarello e sistemata su uno stampo rotondo, e questo lo si fa per realizzare una crostata come si deve, naturalmente. Personalmente ho volutamente rompere la tradizione evitando la solita teglia tonda  optando per una rettangolare con i bordi bassi. Ma si tratta di un cambiamento non definitivo   :)

Sistemato l’impasto si passa alla fase ultima, e cioè quella  della ricotta che va livellata lasciando liberi i bordi.
La cottura in forno caldo a 170 gradi per circa trenta minuti conclude tutta la fase di lavorazione del dolce,  che andrà servito freddo dopo l’estenuante  tempo che vi sembrerà di aver atteso  :)

 

Ingredienti:

250 g di farina 00
150 g di burro
80 g di zucchero
un uovo
un pizzico di sale
vaniglia in polvere

per la farcia:

200 g di ricotta
un uovo
100 g di zucchero
e a piacere la buccia grattugiata di limone

Tag:, , ,


I commenti sono chiusi